Architetti di strada
Condividi:
Home page | I nostri progetti | Pagina corrente: Percorso sicuro a Pescarola

Percorso sicuro a Pescarola

In collaborazione con:  Quartiere Navile, Coordinamento Volontariato Lame, volontari del progetto “Cittadini di Pescarola”, Comitato dei residenti, Università degli Studi di Bologna – Dipartimento di Sociologia, Dispositivi Psico-Sociali, Giornalismo di Strada, Arcoiris Tipo di intervento: riqualificazione urbana
   Stato dei lavori:  avvio Gennaio 2013

Il progetto

Il progetto si propone di mettere in sicurezza il percorso principale di spina e la distribuzione al piano terra del caseggiato Acer situato a Bologna tra le vie Agucchi e Zanardi, nel rione Pescarola del Quartiere Navile, in una posizione di media periferia prossima al fiume Reno e all’aeroporto. È affiancato sui due lati da ampi spazi a verde che però non consentono la permeabilità dei percorsi.

La tipologia architettonica è caratterizzata al piano terra da una fitta articolazione di spazi privati e comuni, corti, ambienti di servizio, accessi ai corpi scale e alle cantine. La connessione con i percorsi esterni non è sempre possibile e spesso non è neppure riconoscibile.

Il progetto si articola nelle seguenti quattro azioni che ne stabiliscono i cardini fondamentali:

1. Perché sicuri? / Perché insicuri?
Ricerca puntuale nel contesto di riferimento dei fattori che generano insicurezza e di quelli che generano sicurezza.

2. Le donne motrici del cambiamento.
Percorsi formativi destinati alle donne, coinvolgimento di altre associazioni che possano “contaminare” l’ambiente.

3. Tra identità e diversità: Noi abitiamo qui!
Stimolazione e predisposizione di progetti con la partecipazione dei residenti e di interventi per generare una collaborazione identitaria per ogni condominio. Collegamento tra gli abitanti dei diversi caseggiati.

4. Modifichiamo insieme il percorso.
Realizzazione di modifiche permanenti e consolidamento delle attività progettate e selezionate per favorire la sicurezza del percorso (soggettiva e oggettiva), ricercando la collaborazione con gli uffici tecnici e i gestori dei servizi dell’Acer.

Il percorso principale di accesso ai condomini. Il percorso principale dall'interno. Uno dei percorsi d'accesso perimetrali. Uno dei percorsi laterali di accesso ai condomini.


Metodologia

Il metodo prevede la partecipazione attiva del più ampio numero di residenti. Sono state coinvolte con successo le donne frequentanti il corso di lingua italiana tenuto dall’associazione Arcoiris, e le loro famiglie. A queste donne si affianca il neonato Comitato dei residenti del comparto, i volontari già attivi sul territorio e gli altri operatori del progetto.

Nel maggio 2013 è terminatala prima azione del progetto, che oggi prosegue con la definizione degli interventi e del percorso di attuazione in modo condiviso con tutti i soggetti interessati.

Un momento del focus group del 18 Aprile 2013. Un momento del focus group del 26 Marzo 2013 La merenda del focus group del 4 Maggio 2013 La cena sociale del 30 Maggio 2013


Opportunità e sfide

Il processo di riqualificazione e di messa in sicurezza ha come cardine la creazione di una comunità attiva, che sappia in futuro mediare con le Istituzioni del territorio e Acer.

Le opportunità sono costituite dalle sinergie delle altre associazioni e dei volontari presenti sul campo, unitamente al gruppo destinato ad aumentare di residenti attivi. La riqualificazione pertanto non è solo legata agli aspetti architettonici e ambientali, ma anche agli aspetti intangibili legati al senso di comunità e identità.

La sfida pertanto è costituita dallo sforzo di pervenire a risultati concreti e duraturi nel tempo, procedendo all’unisono con gli attori in campo.



Doc 1

Doc 2

Doc 3

Architetti di strada - Sede Legale: Piazza Giovanni XXIII 12/B, 40133 Bologna (Italy) - Sede Operativa: Via Casaglia 16, 40135 Bologna (Italy) - tel. +39 051 4124176 - architettidistrada@gmail.com - Informativa Cookie